Faggioli trionfa alla Rieti Terminillo – Enel X Way

Home/News/Faggioli trionfa alla Rieti Terminillo – Enel X Way

Faggioli trionfa alla Rieti Terminillo – Enel X Way

Simone Faggioli con un tempo di 4’51″17 realizzato al volante della Norma M20 FC Zytek ufficiale ed equipaggiata con pneumatici Pirelli, ha vinto la 57^ Rieti Terminillo – ENEL X Way, che è stato il 7° round e giro di boa del Campionato Italiano Velocità Montagna. Per il pluri campione fiorentino della Best Lap si tratta del successo numero 7 alla gara organizzata meticolosamente dall’Automobile Club Reatino.

Duello ravvicinato per la seconda posizione, con il trentino Diego Degasperi che su Osella FA 30 Zytek ha agguantato il 2° posto precedendo di soli 3 decimi di secondo l’abruzzese Stefano Di Fulvio su Osella PA 30 Zytek, per la prima volta alla gara reatina.

Top five completata dal sempre tenace siciliano Franco Caruso, per l’occasione sulla Norma e poi il potentino Achille Lombardi. L’alfiere Vimotorsport che ha concretizzato una gara maiuscola dove ha ottenuto il primato tra le biposto di classe 2000 sulla Osella PA 2000 Honda, con cui ha contenuto gli attacchi dell’arrembante siracusano Luigi Fazzino, perfettamente coadiuvato dall’Osella PA 21 dotata di motore turbo. Giancarlo Maroni ha ottenuto un ottimo 9° posto assoluto ed ha centrato un nuovo successo tra le sportscar Motori Moto sulla Osella PA 21 Jrb.

Una gara apprezzata all’unanimità dai concorrenti e dal pubblico, di nuovo numeroso in presenza, che con la collaborazione dell’intero territorio e di partner prestigiosi è tornata nel calendario della massima serie tricolore ACI Sport ed ha assegnato i punti della serie cadetta Trofeo Italiano Velocità Montagna centro.

-“Una vittoria gratificante ma certamente difficile per via delle temperature, che si sono alzate in modo drastico sul tracciato tanto impegnativo – ha commentato Simone Faggiolila gestione della gara è stata molto particolare, non avevo mai visto delle temperature di pneumatici tanto elevate da che corro in macchina. Il percorso altamente tecnico è fantastico e non consente imperfezioni. Ho vinto grazie al lavoro di regolazione seguito alle due manche di prove”-.

-“Per me è stata un consacrazione ottenere un tempo ottimo ed il podio alle spalle di Simone – ha affermato Diego DegasperiDi Fulvio si è rivelato ancora una volta un ottimo avversario”-.

-“Una gara esaltante su un tracciato sicuramente particolare che esige grande precisione e sul quale correvo per la prima volta – ha spiegato Stefano Di Fulviodopo le due manche di prova insieme a tutto il team abbiamo lavorato molto per rendere la nostra Osella quanto più precisa e ottenere un comportamento efficace nella bellissima gara.”-.

Giancarlo Maroni, ha scoperto la Rieti Terminillo ed ha ottenuto un nuovo pieno di punti tra le sportscar Motori Moto con il 9° tempo assoluto, sulla Osella PA 21 Hayabusa. Alberto Scarafone su Osella PA 21 ha vinto il gruppo CN con il 10° posto assoluto. Il gruppo delle Silhouette E2SH se lo è aggiudicato Alessandro Gabrielli sulla versione Picchio turbo dell’Alfa 4C. Sfortuna per Marco Gramenzi, secondo sulla versione MG 01 Furore Judd, che ha perso molto tempo al via per lo spegnimento del motore. Marco Iaconangeli ha fatto la voce grossa in gruppo GT al volante della sempre aggressiva BMW Z4 GT3 che il pilota romano cura in proprio. Seconda piazza per il padovano di Superchallenge Stefano Artuso che sulla Ferrari 458 EVO ha fatto il pieno di punti in GT Cup ed ha preceduto il compagno di colori Roberto Ragazzi che sul podio di gruppo ha ottenuto il massimo dei punti in GT Super Cup al volante della Ferrari 488 EVO.

Primato sofferto in gruppo E1 per Giuseppe Aragona, il cosentino di Villapiana ha usato solo parzialmente il potenziale della Volkswagen Golf dopo una ripartenza a cui è stato costretto dopo il ritiro di un avversario. Sul podio anche il primo di classe 1600 Turbo Ernesto Galli su Renault 5 GT Turbo ed il marchigiano Maurizio Contardi che ha ritrovato appieno l’estrema Honda Civic di classe 1.6.

Il ritiro del leader Rudi Bicciato su Mitsubishi Lancer per noie alla trasmissione in partenza, ha lasciato via libera al bravo Fabio Titi su Peugeot 106 per il gruppo A. In Gruppo N la lady trentina Gabriella Pedroni ha sfoderato grinta e determinazione al volante della Mitsubishi Lancer ed ha vinto, ma soprattutto contenuto l’attacco del bravo pugliese Giovanni  Angelini su Honda Civic Type-R.

Superlativa prova in casa con successo in Racing Start Plus Cup per Antoni Scappa che ha trovato un perfetta intesa con la Hyundai I30 che usava per la prima volta sul “suo” tracciato, ma Angelo Marino non ha mollato ed ha conquistato il 2° posto sulla Seta Leon Cupra, con un gap di poco più di 3″.

Acuto di Giacomo Liuzzi in Gruppo Racing Start Plus, il fasanese sulla MINI, dopo i problemi al cambio in prova ha vinto in gara con 1″44 di vantaggio sul diretto rivale Vito Tagliente che sulla Peugeot 308 ha ammesso di non avere dato il 100%.

In Gruppo Racing Start ha vinto il salernitano Francesco Paolo Cicalese che ha portato la Honda Civic Type-R davanti a tutti, anche davanti alle turbo, categoria dove il pugliese Angelo Loconte ha vinto sulla Peugeot 308, con cui ha lasciato dei secondi sul percorso quando ha trovato delle segnalazioni per un concorrente fermo. Nel consueto duello RS tra le MINI turbodiesel nuovo successo per il bresciano Federico Raffetti che ha certamente faticato per contenere la sempre efficace Anna Maria Fumo.

 

Classifica Assoluta Gara: 1° Faggioli (Zytek Norma Bardahl M20 Fc 3,0) in 4’51″17; 2° De Gasperi (Zytek Osella Fa 30) a 7″32; 3° Di Fulvio (Zytek Osella Pa 30) a 7″65; 4° Caruso (Zytek Np 01 -2) a 10″64; 5° Lombardi (Honda Pa 2000) a 13″79; 6° Fazzino (Peugeot Pa 2000 Turbo) a 15″05; 7° Vacca (Osella Pa 30) a 26″58; 8° Bormolini (Mugen F3000) a 30″70; 9° Maroni (Haybusa Osella Pa 21Jrb) a 35″24; 10° Scarafone (Honda Osella Pa 21/) a 49″57.

Classifiche Gruppi in Gara: Gruppo RS: 1° Cicalese (Honda Civic Type R) in 7’11″93; 2° Raffetti (Mini Cooper Sd Jcw) a 10″60; 3° Fumo (Bmw Mini Cooper Sd F56) a 12”72. Gruppo RS/RSTB1.6:  1° Loconte (Peugeot 308 Gti) in 7’16″47; 2° Magdalone (Peugeot 308 Gti) a 8″15; 3° Gabrielli (Bmw Mini Cooper S 1600) a 10”17. Gruppo RS PLUS: 1° Liuzzi (Bmw Mini Cooper S) in 6’26″42; 2° Tagliente (Peugeot 308 Gti) a 1″44; 3° Ghizzoni (Bmw Mini J. Cooper Works) a 13”79. Gruppo RS CUP: 1° Scappa (Hyundai l 30) in 5’56″99; 2° Marino (Seat Leon CR) a 3”92; 3° Loffredo (Peugeot 308 Tcr) a 19″33.  Gruppo N: 1° Pedroni (Mitsubishi Lancer Evolution) in 6’37″61; 2° Angelini (Honda Civic Type R) a 6″23; 3° Agosti (Honda Civic Type R) a 34”82. Gruppo A: 1° Titi (Peugeot 106 S16) in 6’46″67; 2° Finestauri (Peugeot 106 S16) a 36”58. Gruppo E1ITA: 1° Aragona (VW Golf Mk7) in 6’17″60; 2° Galli (Renault 5 Gt Turbo 1400) a 19″51; 3° Contardi (Honda Civic) a 30″49.  Gruppo GT: 1° Iacoangeli (Bmw Z4) in 5’42″48; 2° Artuso (Ferrari Spa 458 Challenge) a 25″92; 3° Ragazzi (Ferrari 488 Challenge) a 29”40. Gruppo E2SH; 1° Gabrielli (Picchio AR 4C) 5’49″71; 2° Gramenzi (Alfa 4C MG 01 Furore Judd) a 22″12; 3° Gandini (Peugeot 106 Kawasaki) a 57”78. Gruppo CN: Scarafone 1° (Honda Osella Pa 21) in 5’40″74; 2° Capucci (Honda Osella Pa 21) a 4″42; 3° Filipetti (Honda Js 49/51) a 9”22. Gruppo E2SS; 1° De Gasperi (Zytek Osella Fa 30) in 4’58″49; 2° Bormolini (Mugen F3000) a 23″38; 3° Vellei (Gloria Suzuki C8) a 42”32; Gruppo E2SC: 1° Faggioli (Norma Bardahl M20 Fc) in 4’51″17; 2° Di Fulvio (Osella Pa 30) a 7″65; 3° Caruso (Norma Zytek) a 10″64.

Classifica di CIVM dopo 7 gare: ASSOLUTA 1° Faggioli 135; 2° Lombardi 73,5; 3° Degasperi 61,5; 4 Caruso 58; 3 Scola 43. RSTB: 1° Loconte 196; 2° Montanaro 185; 3° Ammirabile 154. RS Aspirate: 1° Raffetti 167,5; 2° Cicalese 115,5; 3° Vassallo 94. Plus Aspirate: 1° Perillo 151; 2° Eusebio 136; 3° Venuto 98,5. RS Cup: 1° Marino 188; 2° Cardetti 132; 3° Loffredo 133,5. RS Plus: 1° Tagliente 235,5; 2° Liuzzi 134; 3° Eusebo 106.  N: 1° Angelini 165,5; 2° Pedroni 157, 5; 3° Murgia 62. A: 1° Bicciato 70; 2° Di Fernando 55. E1: 1° Aragona 162; 2° Micoli 95; 3° Pallato 86,15. GT: 1° Iaquinta 174; 2° Peruggini 184; 3° Montagni 74,5. CN: 1° Scarafone 194; 2° Capucci 179; 3° Nivola 100. E2SH: 1° Gramenzi 197; 2° Gabrielli 154; 3° Giuliani 74,5. ESSC: 1° Faggioli 270; 2° Lombardi 200; 3° Caruso 140,5. E2SS: 1° De Gasperi 190; 2° Gregori 78; 3 Schena 50,75.

Calendario CIVM 2022: 8-10 aprile 63^ Coppa Selva di Fasano (BR); 29 aprile-1 maggio 31° Trofeo Lodovico Scarfiotti (MC); 13-15 maggio 26^ Luzzi – Sambucina Trofeo Silvio Molinaro (CS); 27-29 maggio 52^ Verzegnis Sella Chianzutan (UD); 10-12 giugno 51° Trofeo Valecamonica (BS); 24-26 giugno 61^ Coppa Paolino Teodori (AP); 1-3 luglio 2021 71 Trento – Bondone (TN); 15-17 luglio 57 Rieti Terminillo – 55 Coppa Bruno Carotti (RI); 29-31 luglio 48^ Alpe del Nevegal (BL); 12-14 agosto 60^ Cronoscalata Svolte di Popoli (PE); 26-28 agosto 57° Trofeo Luigi Fagioli (PG), coeff. 1,5;  9-11 settembre  64^ Monte Erice (TP), coeff. 1,5; 16-18 settembre 67^ Coppa Nissena (CL), coeff. 1,5.

2022-07-17T17:17:34+00:00 17/07/2022|

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online e per attivare tutte le funzionalità del sito. Cliccando su "Accetto" aderisci alla la nostra politica sui cookie.

Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Abilita o disabilita i cookie del sito dal pannello sottostante. Alcuni cookie non possono essere disabilitati perchè necessari al funzionamento del sito stesso.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disabilitati.

Per il corretto funzionamento del sito è necessario salvare questi cookie sul browser.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i cookie
Accetta tutti i cookie